Pubblicato il

Dessert avocado e succo d’uva

dessert



Un dessert che vi farà apprezzare l’avocado e il succo d’uva.

Questa ricetta è, senza, lattosio.

Dessert d’avocado e succo d’uva ricco in anti ossidanti naturali, polifenoli e licopene .

Avocado

L’avocado è un frutto piuttosto unico.

Mentre la maggior parte della frutta è costituita principalmente da carboidrati, l’avocado è ricco di grassi sani.

Numerosi studi dimostrano che ha potenti benefici per la salute.

Questo frutto è apprezzato per il suo alto valore nutritivo e viene aggiunto a vari piatti grazie al suo buon sapore e alla sua ricca consistenza.

Grazie alle sue proprietà salutari è definito un superfood

Succo d’uva

L’uva è stata coltivata per migliaia di anni e quindi è venerata dalle antiche civiltà per la vinificazione.

Esistono molti tipi di uva tra cui verde, rosso, nero, giallo e rosa e sono coltivate pertanto nelle regioni con climi temperati, tra cui Europa meridionale, Africa, Australia e Nord e Sud America.

Il succo d’uva è ricco di numerosi composti, contiene antiossidanti potenti.

Sono stati identificati oltre 1.600 composti vegetali benefici che possono proteggere da condizioni di salute croniche, come diabete, cancro e malattie cardiache.

Inoltre nell’uva troviamo molte importanti vitamine e minerali, tra cui le vitamine C e K.

Il dessert è ottenuto a freddo pertanto tutti i principi attivi non subiscono variazioni.

Ottimo alimento da consumare a colazione o a fine cena.




Ingredienti

avocado frutto maturo

succo d’uva biologico

uva passa o uvetta biologica 

Procedimento

Lasciare in ammollo minimo per 2 ore l’uvetta nel succo d’uva, quando si sarà reidratata frullate il succo, l’uvetta e l’avocado.

Consumare entro 2 ore per evitare l’ossidazione dei componenti.

Guarda anche la preparazione del dessert di avocado e noci del Brasile 



 

Letture collegate

 

Nel curriculum di Loretta sono moltissime le collaborazioni stellate, dall’esperienza milanese con Carlo Cracco, alla parentesi spagnola del 2003, un viaggio dei sensi a El Bulli, il tempio dei fratelli Adrià.

E ancora, il ritorno in Italia, le origini toscane e i sapori più amati, la cucina dell’Enoteca Pinchiorri, il passato e il futuro della cultura gastronomica italiana, luogo di studio e di nuove invenzioni, la casa che Loretta sceglie per due anni, cambiandola dall’interno per rivoluzionare l’idea di pasticceria.

Rivoluzionare per Loretta non significa solo cambiare un’idea o il volto della pasticceria, piuttosto dare nuove sensazioni, per una cucina fatta di emozioni, di ricordi e sogni, per creare un piatto che sappia insegnare accostamenti e consistenze, creare mondi nuovi, tutti da scoprire.

Loretta è un mondo, delicato e razionale, una grande chef che con la sua indiscussa professionalità è arrivata a meritarsi il titolo di “Miglior pasticcera d’Italia 2007” dalla guida di Paolo Marchi.

Per Dessert al piatto, Loretta Fanella ha raccolto le sue migliori ricette dividendole nelle tre macro sezioni: Predessert, Dessert e Piccola Pasticceria

 

 

@DrTraverso  titolare del  Copyright 2020

Disclaimer

Fonte

PubMed 

PubMed

PubMed

PubMed

 

Pubblicato il

Formaggi e latticini la preparazione casalinga

formaggi e latticini



Formaggi e latticini con e senza lattosio per la dieta enzimatica

Formaggi, latticini e yogurt a base di Kefir

Formaggi e latticini nella Dieta Enzimatica vengono usati per apportare all’organismo fermenti lattici, sali minerali, vitamine ed aminoacidi essenziali per mantenere il benessere psico fisico 

Formaggi e latticini sono consigliati una sola volta la settimana a colazione o pranzo nella Dieta Enzimatica.

Lo yogurt un alimento vivo,  può essere consumato a colazione ed apporta una carica di energia e di buon umore.

Un prodotto di ottima qualità biologico, fatto con latte intero biologico, senza zuccheri di qualsiasi tipo, per non creare problemi d’intolleranza che agisce positivamente anche sul umore delle persone .

Yogurt vivo dove si possono aggiungere fiocchi di cereali integrali o frutta di stagione o usato come base per un fare frullati o dessert. 

Queste ricette non usano prodotti delatosati perchè questi alimenti sono di dubbia origine naturale, frutto d’ingegneria alimentare, agiscono sul sintomo e bloccano per sempre l’enzima lattasi.

Il prodotto delattosato è paragonabile ad un alimento OGM, di cui non abbiamo ancora prove certe della sua innocuità e potrebbe creare, nelle generazioni future, una mutazione adattiva di individui completamente intolleranti al latte obbligati ad acquistare esclusivamente prodotti senza lattosio. 

La preparazione di formaggi o latticini è sempre consigliata per poter ottenere un prodotto naturale fatto con materie prime biologiche di alta qualità.

Preparazione dei prodotti a base di Kefir.

L’uso dei prodotti derivati dai granuli Kefirian, formaggio, yogurt vivo e latte di Kefir, sono differenti dai prodotti delattosati.

I prodotti a base di granuli di Kefir, non solo inducono l’organismo alla mutazione adattiva al latte, aumentano le difese immunitarie e sono un ottimo integratore alimentare durante l’assunzione di antibiotici.

 

Le fasi di preparazione

 




Latte, yogurt e formaggio spalmabile

Ingredienti

Latte di prima qualità (vaccino, capra, pecora), possibilmente biologico crudo.

Granuli di Kefir.

Mettere nel latte e i granuli avvolti in una tela, per poter togliere con maggior facilità.

Mettere il contenitore coperto, ma non chiuso, in un luogo con una temperatura tra i 20° e 28° gradi.

Il latte di kefir è pronto dopo 24 ore.

Lo yogurt è pronto dopo circa 48 ore.

La prima fase del formaggio è di 3 giorni a temperatura di 26°- 28°

Dopo tre giorni il latte, si separa in siero e crema consistente.

Filtrare con una garza il siero dal crema e mettere la crema in un contenitore forato in frigorifero.

La temperatura del ambiente, influisce sul tempo di preparazione, può variare dai 2 ai 5 giorni.

Dopo 48 ore la crema avrà perso tutto il siero rimanente, il formaggio sarà pronto per essere consumato.

1 litro di latte produce circa 300 g di formaggio fresco di sapore acidulo. 

Questa crema spalmabile può essere aromatizzata con peperoncino, pepe, origano, basilico, erba cipollina ed aromi a piacere, evitare di aggiungere sale per non bloccare l’attività enzimatica.

I prodotti a base di kefir sono naturali ed adatti a tutte le persone.

Gli animali bevono il siero. (cani, gatti, cavallo, etc.) 



 

Letture e prodotti per approfondire l’argomento

 

Grani di Kefir da latte – Confezione da 10g  con Manuale d’uso.

Coltura fresca, naturale al 100% non disidratati, non liofilizzati, non refrigerati, non in polvere 

Grani di Kefir d’acqua – Confezione da 10 g con Manuale d’uso

Coltura fresca, naturale al 100% non disidratati, non liofilizzati, non refrigerati, non in polvere. 

 

Kefir Kefir
Il fermento della salute
Jolanta KowalczykCompralo su il Giardino dei Libri

Questo è il primo libro edito in Italia sul kefir, un alimento millenario che sta tornando in auge nelle diete e nella naturopatia.

Un volume fondamentale per naturopati e nutrizionisti, e per chi segue una dieta o ama produrre da sé il proprio cibo.

Ottenuto dal latte fermentato, il kefir è un alimento noto sin dall’antichità nelle regioni dell’Europa Orientale (in particolare nel Caucaso), ma è ancora poco conosciuto in Occidente, soprattutto dal grande pubblico.

 

Il Manuale dei Cibi Fermentati Il Manuale dei Cibi Fermentati
Come preparare olive in salamoia, sidro, kefir, dosa, formaggio di mandorle, insalatini e tanti altri alimenti fermentati dalle elevate proprietà nutrizionali
Michela TrevisanCompralo su il Giardino dei Libri

La fermentazione dei cibi è una tecnica antica di conservazione e manipolazione degli alimenti, che oggi merita di essere riscoperta per le sue qualità salutari e per contrastare l’omologazione del gusto prodotta dell’industria alimentare. Questo ricettario insegna ad autoprodurre, con grande soddisfazione e pochissima spesa, molti cibi fermentati che renderanno più appetitose le nostre pietanze.

 

@DrTraverso   titolare del  Copyright 2018

Disclaimer

Fonte

7 Miliardi di diete

La Dieta Enzimatica

 

 

Fonte Recensioni

Clienti Amazon e Giardino dei Libri

 

Pubblicato il

Il purè di patate dolci ricco in Vit A

patate dolci



Ipomoea batata

La patata dolce o meglio batata

La patata dolce o meglio batata o patata americana (Ipomoea batata) è una radice tuberizzata, differente della patata comune (Solanum tuberosum L.) che è un tubero.

La sua composizione chimica non differisce molto dalla patata normale, contiene più acqua ed è meno calorica.

La batata è un alimento che apporta notevoli quantità di Vit. A

La cottura con la buccia apporta 19.218 U.I. di Vit. A pari a 961 mg RAE (Retinol Activity Equivalent), ma se la cuociamo senza buccia il valore scende a 15740 U.I.

La batata può essere consumata cotta al naturale oppure si possono fare dei contorni o dessert molto gustosi.

Le patate dolci in cucina possono essere associate alle carote, in questo modo abbiamo un aumento considerevole apporto di  Vit. A perchè nella carota lessata troviamo 17.033 U.I. di Vit. A pari a 852 mg RAE

Associando 100 g di patate dolci con 100 g di carote assumeremo 34.951 U.I. di Vitamina A pari a 1.813  mg RAE

Ecco la ricetta del dessert di purè di patate dolci


Ingredienti:

500 g di patate dolci con la pelle rossa

100 g di cioccolato con cacao superiore al 80%

50 di burro

100 ml tazza di panna liquida 

1 pizzico di cannella in polvere sale q.b.

Valori nutrizionali approssimativi

Energia  kcal 1654 – Carboidrati 136 g –  Lipidi 131 g – Proteine 25 g – Fibre 33,1 g.

Zuccheri 33,3 g – Amidi 35,25 g – Saccarosio 11,4 g – Glucosio 2,85 g – Fruttosio 2,5 g.

Indice glicemico*  medio 22  – Carico Glicemico, medio 29,92



Preparazione

Cuocere le patate dolci con la buccia in acqua o al vapore.

Pelare le  patate, aggiungere il burro e il cioccolato sciolto ed amalgamare il tutto.

Aggiungere a poco a poco la panna che dovrà essere leggermente tiepida.

Aggiungere un pizzico di cannella ed un pizzico di sale.

Sostituendo la carota al posto del cioccolato ed eliminando la cannella, si ottiene un purè dal sapore dolce.

Un ulteriore variante alla ricetta è quella di rendere 3 spicchi d’aglio in poltiglia da miscelare  con erba cipollina tagliata finemente al purè di patate dolci 

 

* Il valore dell’Indice Glicemico è dato dal calcolo matematico, è pertanto indicativo.



Letture e prodotti per approfondire l’argomento

 

Medicina da Mangiare Medicina da Mangiare
Con il contributo di Simonetta Barcella e Silvia Petruzzelli
Franco BerrinoCompralo su il Giardino dei Libri

Ciascuno di noi, secondo il dottor Berrino, è al centro della propria cura. Magari sei già motivato a cambiare il tuo stile alimentare, ma non sai ancora come fare, nella pratica in cucina, a preparare cibi che ti facciano stare bene.

Questo libro, un manuale che è la quintessenza della pratica in cucina abbinata alla salute, ti spiega in maniera chiara come affrontare il cambiamento delle scelte alimentari in maniera efficace.

Le tante ricette (ben 134!)

Le Vitamine Le Vitamine
Elementi essenziali di una sana alimentazione
Luca Fortuna Compralo su il Giardino dei Libri

 

Il ruolo fisiologico delle più importanti sostanze nutritive nella conservazione della salute.

– Tutti i disturbi causati dalle carenze vitaminiche
– Antiossidanti, antistress, energetiche, rafforzative del sistema immunitario
– Una dettagliata rassegna delle vitamine, con i rispettivi dosaggi.

 

 

 

@DrTraverso   titolare del  Copyright 2018

Disclaimer