Naturopatia

Curcuma, ginko, camomilla e la ricerca scientifica

Curcuma ginko camomilla



Gli studi scientifici sulla curcuma, ginko, camomilla.

Tra i prodotti di erboristeria più usati troviamo la curcuma, il ginko e la camomilla, ma sono veramente validi per la salute?

In effetti, all’inizio del 21 ° secolo, dei 252 farmaci considerati “di base ed essenziali” dall’Organizzazione mondiale della Sanità erano “di origine vegetale”.

Farmaci come codeina, chinino, morfina, aspirina contengono tutti ingredienti derivati ​​dalle piante.

Mentre questi farmaci fabbricati sono sicuramente diventati fondamentali nella nostra vita, può essere confortante sapere che il potere della natura è dalla nostra parte.

Scegliere quindi prodotti a base di erbe per integrare le nostre pratiche di salute, può essere d’aiuto, ma analizziamo i dati che la ricerca scientifica ci mette a disposizione.

 




Curcuma

La curcuma è usata nella medicina naturale Ayurvedica come erba medicinale da più di 4000 anni.

A questa radice sono attribuite proprietà antitumorali e che possa prevenire le mutazioni del DNA.

In primo luogo il suo uso principale è in cucina dove esplica un azione antiossidante.

La curcuma data la sua bassa bio disponibilità deve essere associata al pepe nero in questo caso abbiamo un  integratore antinfiammatorio,  per le persone con artrite. 

Indicazioni

  • dolore causato da malattie infiammatorie, come l’artrite
  • prevenire il cancro
  • fermare le mutazioni del DNA
READ  Benefici ed usi del Tea Tree Oil

Controindicazioni

  • L’uso a lungo termine può potenzialmente causare problemi di stomaco.

 

Curcuma 95% e piperina plus di Vimfit, grazie al suo alto dosaggio di curcumina pura, ha un triplice effetto: antiossidante, antinfiammatorio e antidolorifico naturale .Contribuisce al benessere psicofisico .

Ginko

Il Ginkgo biloba è una pianta originaria della Cina

E’ una pianta che può vivere anche 3.000 anni e per questo alcuni lo considerano un fossile vivente.

Le foglie vengono quindi utilizzate per creare capsule, compresse ed estratti e, una volta essiccate, possono essere consumate come tè.

È noto per la sua capacità di migliorare la salute del cervello. 

Gli studi dicono che il gingko può trattare i pazienti con demenza da lieve e nella malattia di Alzheimer.

Indicazioni

  • demenza
  • Il morbo di Alzheimer
  • salute degli occhi
  • infiammazione
  • diabete
  • guarigione ossea
  • ansia
  • depressione

Controindicazioni

  • I semi di gingko sono velenosi se ingeriti.
  • Nei ratti è stato osservato che può provocare, con uso prolungato, cancro alla tiroide e al fegato pertanto è necessario monitorare gli enzimi epatici.
  • Mal di testa, mal di stomaco, vertigini e reazioni allergiche.
  • Tenendo conto delle molteplici controindicazioni e interazioni farmacologiche è consigliato quindi informare il proprio medico curante perché ad esempio può interagire con fluidificanti del sangue.
READ  Gelatina e salute

 



  • CIRCOLAZIONE: migliora la circolazione, in particolare aumenta l’irrorazione dei tessuti cerebrali e il tono venoso, diminuisce la permeabilità capillare ed è noto per la sua capacità di catturare i radicali liberi
  • ANTIOSSIDANTE: i polifenoli contenuti nel Ginkgo Biloba svolgono un’azione antiossidante che aiuta a prevenire l’invecchiamento
  • MEMORIA: aiuta a migliorare la memoria a breve termine e le abilità cognitive
  • ALTA CONCENTRAZIONE: per ogni dose giornaliera fornisce 1500 mg di Ginkgo Biloba
  • 100% Made in Italy

Camomilla

La camomilla è una pianta medicinale che si ritiene abbia proprietà anti-ansia.

Oltre 1 milione di tazze al giorno vengono consumate in tutto il mondo, ma può anche essere ingerita attraverso liquidi, capsule o compresse.

I poteri calmanti della camomilla sono stati frequentemente studiati.uno 

In  Studio del 2009 afferma che la camomilla ha un effetto  superiore all’assunzione di un placebo nel trattamento del disturbo d’ansia generalizzato.

Le proprietà anti ossidanti ed anti tumorali sono state descritte in uno studio pubblicato su BMC nel gennaio del 2019

Indicazioni

  • ansia
  • insonnia
  • cancro

Controindicazioni

  • Nelle persone predisposte può causare reazioni allergiche.
  • Può interagire con fluidificanti del sangue.

 

 



@DrTraverso   titolare del  Copyright 2020

Disclaimer

Fonte

NCBI 

NCBI

IOS Press

NCBI

BMC