nduja




‘Nduja di Spilinga 

Che cos’è la ‘nduja? 

Gioachino Murat, re di Napoli, sembra sia la persona che ha importato,  nel periodo Napoleonico, andouille, un salsiccia fatta di frattaglie di maiale.

Questo insaccato non è il classico salame, perché è fatto come una pasta morbida, spalmabile.

L’“andouille” venne così rivista dai calabresi i quali aggiunsero, alle frattaglie del maiale, il peperoncino calabrese.

nduja
'Nduja di Spilinga

La preparazione 

Questo insaccato, ha preparazione molto semplice, pochi ingredienti: spalla, pancetta, guanciale, coscia e sottopancia di maiale.

Gli ingredienti vengono tritati finemente sino a renderli simili ad una pasta che poi verrà lavorata con il peperoncino piccante.

La proporzione del peperoncino è, tradizionalmente, di 1 a 3 rispetto alla carne, ma vi sono calabresi che producono una ‘nduja con un rapporto 2 a 3.

Il tipico colore rosso di questo insaccato è quindi dato dal peperoncino che è l’ingrediente fondamentale.

Particolarità e curiosità

In commercio troviamo diversi tipi di ‘nduja, in alcune confezioni, quando leggiamo l’etichetta, troviamo conservanti e sale.

La ricetta originale però non prevede né sale né conservanti perché il conservante è il peperoncino che, con le sue proprietà antisettiche, provvede alla conservazione.

READ  La clorofilla indicazioni e controindicazioni

Inoltre questo insaccato viene affumicato ed anche questo aiuta nella conservazione.

Il peperoncino usato è quello calabrese che ha una valutazione sulla scala Scoville di 15.000 S.H.U.

Il calabrese non è comunque uno dei peperoncini più piccanti al mondo.

In commercio troviamo peperoncini come Red Savina Habanero 580.000 di  S.H.U. e l’ultima creazione il Carolina Reaper 2.200.000 S.H.U. 

La capsaicina è il principale composto vegetale bio-attivo, responsabile del loro gusto unico e pungente ha una valore di 16.000.000 S.H.U.

‘Nduja nel mondo 

Anche questo insaccato quindi fa parte dell’eccelenze del Made in Italy.

La ‘nduja è conosciuta in tutto il mondo ed anche gli chef stranieri la usano nella preparazione dei loro piatti.

Il Comune di Spilinga, per valorizzare la ‘nduja ha creato il titolo di “Ambasciatore della ‘nduja di Spilinga nel Mondo” e il 30 gennaio 2021 è stato assegnato allo chef giapponese, Hirohiko Shoda

READ  Cardo mariano i benefici ed effetti collaterali

Hirohiko ha anche presentato per l’occasione una sua nuova ricetta la “Tempura con salsa alla ‘nduja di Spilinga”, una  frittura con salsa piccante. 

nduja
'Nduja di Spilinga artigianale in vasetto - senza conservanti - 180g

Ricetta tempura con salsa alla ‘nduja di Spilinga

Ing. per 2 persone
 

Pastella di tempura

100 g di farina di grano tenero
1 cucchiaio di uovo intero sbattuto
200 g di acqua naturale fredda
 

Tempura

4 gamberoni
1 calamaro
1 cipolla rossa
q.b. farina per infarinare
q.b. sale
q.b. olio di semi per friggere
 
Salsa alla ‘nduja
 
25 g di ‘nduja di Spilinga
25 g di sake (o vino bianco)
25 g di mirin (o vino passito)
25 g di zucchero semolato
25 g di aceto di riso (aceto di vino)
un pizzico di sale
 

Finitura  

fette di limone



Plugin Kapsule Corp

error: Content is protected !!