Allergie ed intolleranze alimentariNutrizione

La soglia, modulatrice di allergia e intolleranza alimentare



La soglia, modulatrice di allergia e intolleranza alimentare

La soglia modulatrice e i suoi limiti

Le informazioni provenienti da televisione, giornali, radio o da situazioni traumatiche, possono attivare il meccanismo che genera l’allergia o dell’intolleranza se superano il limite della soglia modulatrice. 

Eventi, che all’apparenza sono  insignificanti, possono essere elaborati a livello emozionale, mentale o di coscienza per poi condizionare la salute dell‘organismo.

Nel libro “7 Miliardi di Diete” (ed.2012)  è spiegato il meccanismo della regolazione degli eventi che possono portare all’allergia o all’intolleranza alimentare.

“…Allora tutti voi vi chiederete: dato che ogni giorno ognuno di noi ha eventi traumatici o assumiamo tutti il glutine e siamo discendenti dal primo uomo sulla terra, Homo Sapiens di Cro – Magnon, diventeremo tutti allergici?

No, esiste la “soglia modulatrice” o “soglia limite dell’allergia.
L’allergia è un meccanismo modulato presente sin dalla nascita e che può stare sotto o sopra a un certo livello e rimanerci per tutta la vita, oppure un evento la può attivare.

Per far attivare l’allergia vi dovranno anche essere dei presupposti di terreno adatto, uno stato di malessere, o predisposizioni genetiche o batteri e virus o farmaci che hanno diminuito la risposta immunitaria.

Il sovraccarico e l’intolleranza prima creeranno gonfiori e infiammazione, poi aumento o diminuzione di peso e disturbi vari quali problematiche cutanee, mal di testa, candidosi, sino ad attacchi di panico, crisi depressive e comportamentali.

Le bio indisponibilità si attivano anche per le nostre cattive abitudini alimentari.

Gli alimenti assunti hanno uno “spettro di frequenze” che il nostro corpo identifica e ricorda per molto tempo.

Un cibo avariato o indigesto, una pubblicità che indica una profumazione o provoca disgusto mentre mangiamo, crea una “memoria di frequenza” che il nostro organismo ricorderà e legherà all’alimento che noi stavamo assumendo in quel momento.

Questa “ frequenza negativa “ legata all’evento traumatico, ad esempio il vomito, farà sì che questo “ricordo di frequenza” rimarrà a lungo o, anche per tutta la vita, nel nostro organismo.

Ora, pensate di ascoltare per ore e ore sempre la stessa canzone, ad esempio “Imagine” di John Lennon, l’ascoltate, la riascoltate, e poi la riascoltate ancora e ancora.




Dopo 3 – 5 ore consecutive direte :

BASTA A A A A !!!

 

Soglia modulatrice
Soglia modulatrice

Non ne potete più, la canzone è bellissima, con un contenuto che è sinonimo di pace, ma a un certo punto le “frequenze” della canzone vi diventano odiose, non v’importa dei contenuti e dell’armonia, siete diventati intolleranti a John Lennon e alla sua canzone.

E, se la sentite cantata da un altro cantante, la rifiutate nel

identico modo.

Questo succede anche al vostro sistema digerente, mangiando ogni giorno:

pizza, pizza, pizza, pizza, pizza,

per comodità, parlando del lavoro, del capo ufficio o dei problemi con vostra moglie o con vostro marito a questo punto anche il vostro sistema digerente dirà:

BASTA A A A A !!!



Siete in sovraccarico di frumento, mozzarella, pomodoro e lievito.

La continuità di uno “spettro di frequenze”: frumento, mozzarella, pomodoro e lievito con la ripetizione dei vostri problemi, affanni o insicurezze, stress fisico e mentale hanno creato, come per le frequenze musicali della canzone, un sovraccarico, e di seguito, un’intolleranza che, se non viene modulata, sfocerà in un’allergia.

Dovremo però anche essere predisposti a questa patologia.

Lo studio del nostro corredo genetico, ci dirà se siamo predisposti e quindi quali saranno gli alimenti da assumere con moderazione o addirittura da evitare.

Il cibo crea un Sovraccarico che, se non è modulato, diviene Intolleranza la quale, a sua volta, può sfociare in Allergia se non viene ridimensionata.

Anche se mangiate il frumento o la mozzarella o il pomodoro dissociati l’uno dal altro, avrete gli stessi sintomi di quando mangiate la pizza……”



NB  Il testo italiano non è perfetto perché è stato adattato a Google Traduttore e Balabolka.

 @DrTraverso titolare del  Copyright 2016

Disclaimer

Fonte

www.treccani.it 

7 Miliardi di diete